gastroenterologia

Gastroscopia e altri esami diagnostici

Gastroenterologia

Il Dottor Vittorio Ponti esegue gastroscopie e esami diagnostici utili ad approfondire disturbi e patologie dell’esofago, dello stomaco, dell’intestino tenute, del colon, del retto, del canale anale, del pancreas, del fegato, della cistifellea e delle vie biliari.

 

Cos’è la gastroscopia

 

Uno degli esami più comuni per “sondare” lo stato di salute dell’apparato digerente è la gastroscopia: un esame endoscopico che consente di osservare dall’interno stomaco, esofago e duodeno. Si effettua introducendo delicatamente, attraverso la bocca, un endoscopio costituito da una microtelecamera e da una luce a fibre ottiche. Il gastroenterologo, orientando l’endoscopio, esamina le superfici delle pareti interne del tratto superiore dell’esofago e dello stomaco.

La gastroscopia è uno dei migliori elementi diagnostici e operativi a disposizione della medicina moderna. Questo esame fornisce al medico una visione nitida, diretta ed esplicativa dell’apparato digerente, dando la possibilità di individuare in modo efficace la causa dell’insorgere di alcuni sintomi come dolori addominali, bruciori si stomaco emorragie e altro. Inoltre, consente di diagnosticare tumori, ulcere e altre lesioni gravi, oltre a permettere al medico specialista di effettuare il prelievo di campioni per future biopsie e di eseguire piccoli interventi chirurgici.

Preparazione e esecuzione della Gastroscopia

Prima di eseguire la gastroscopia si consiglia di non mangiare nelle 5 ore precedenti l’esame poiché la presenza di cibo nello stomaco può limitare la visibilità e in alcuni casi provocare vomito.

Prima di eseguire l’esame il paziente deve consegnare al medico specialista un elenco di tutti i medicinali che sta assumendo e deve riferire se soffre di qualche allergia, malattie cardiache o polmonari o di qualsiasi altra patologia che richieda una attenzione particolare.

Durante l’esame, il gastroenterologo e gli assistenti monitoreranno con costanza la pressione del sangue, il battito cardiaco e il livello di ossigeno nel sangue. Se l’esame avviene con tecnica Tradizionale, il medico può decidere di somministrare un anestetico per far rilassare il paziente, in alcuni casi potrebbe essere necessario ricorrete all’anestesia generale.

Al termine dell’esame, il paziente può avvertire un leggero bruciore alla gola e una sensazione di gonfiore all’addome. Tutti gli effetti, compreso quello dell’anestetico, dovrebbero sparire dopo 12 ore dall’esame.

Dopo qualche minuto, il medico specialista fornirà l’esito dell’esame. In caso di sedazione generale, il paziente viene tenuto sotto osservazione per qualche ora.

Le visite sono prenotabili solo su appuntamento compilando l'apposito form nella sezione " Contatti " oppure usando i recapiti dello studio.

altri esami di gastroenterologia

  • Esofagogastroduodenoscopia
  • Colonscopia
  • Colonscopia con videocapsula
  • Colonscopia Virtuale
Share by: